Seveso III da 18 novembre regole su consultazione Piano di Emergenza

  • 9 Novembre 2016

Via Il 18 Novembre alle regole sulla consultazione del pubblico nell’ambito del Piano di emergenza esterna ai sensi della disciplina sugli impianti a rischio di incidente rilevante ex Dlgs 105/2015

Con il DM 29/09/2016 n.200 il ministero dell’ambiente ai sensi dell’art. 21 del Dlgs 105/2015 ha definito la modalità con ci il Prefetto nell’ambito della predisposizione del Piano di emergenza esterna, provvede, in tandem col comune o i comuni interessati alla consultazione della popolazione .

Il Piano di emergenza esterna è previsto per gli stabilimenti a rischio di incidente rilevante di soglia superiore sia per quelli di soglia inferiore , al fine di limitare gli effetti dannosi derivanti da incidenti rilevanti ed è redatto dal prefetto d’intesa con le Regioni e con gli Enti locali interessati.

Ai fini di consentire alla popolazione il Prefetto mette a disposizione del pubblico le informazioni su descrizione e caratteristiche dell’area interessata dalla pianificazione o dalla sperimentazione: natura dei rischi; azioni possibili o previste per la mitigazione e la riduzione degli effetti e delle conseguenze di un incidente. Autorità pubbliche coinvolte ; fasi e relativo cronoprogramma della pianificazione o della sperimentazione; le azioni previste dal piano di emergenza esterna concernenti il sistema degli allarmi in emergenza e le relative misure di autoprotezione da adottare.