Cadmio in polpo congelato dal Vietnam e residui medicinali veterinari vietati in scampi… Ritirati dal mercato europeo 73 prodotti

  • 31 maggio 2016

Nella settimana n°19 del 2016 le segnalazioni diffuse dal Sistema rapido di allerta europeo per alimenti e mangimi (Rasff) sono state 73 (16 quelle inviate dal Ministero della salute italiano). Nell’elenco dei prodotti distribuiti in Italia che non implicano un intervento urgente troviamo: mercurio in pesce occhione (pagellus bogaraveo) refrigerato dal Marocco; presenza di tossina di Shiga, prodotta dal gruppo Escherichia coli, in carne di manzo refrigerata dall’Irlanda; mercurio in pesce spada (Xiphias gladius) dalla Spagna; cadmio in polpo congelato (Octopus Membranaceus) dal Vietnam; residui medicinali veterinari vietati (nitrofurani – metabolita, furazolidone – AOZ) in scampi refrigerati dalla Danimarca; residui medicinali veterinari vietati (metronidazolo) in materie prime per mangimi a base di siero di latte in polvere dai Paesi Bassi, con materie prime provenienti da Germania. Residui medicinali veterinari vietati in scampi refrigerati dalla DanimarcaTra i lotti respinti alle frontiere od oggetto di informazione, l’Italia segnala: istamina in tonno pinna gialla refrigerato dalla Spagna; livello di migrazione globale troppo alto da tappi di plastica cinesi; cattivo stato di conservazione dei chicchi di caffè provenienti dall’India; aflatossine in semi di melone dalla Nigeria; migrazione di nichel e manganese da barbecue cinese; sostanza non autorizzata (propargite) in tè nero dall’India; istamina in sgombri (Scomber scombrus) dal Marocco; sostanza non autorizzata (propargite) in tè verde dall’India; aflatossine in nocciole; residui di pesticida (permetrina) in peperoncino fresco dal Vietnam; residui di pesticida (procimidone) in peperoni verdi provenienti dalla Cina.

Articolo di Valeria NardiFonte : Il Fatto Alimentare